Papa social, ma molte frasi non sono da attribuire a lui

Papa social: è un fenomeno che si sta diffondendo sempre di più, quello di un Papa come Bergoglio che, da quando ha dato vita al suo papato, non ha perso tempo ed ha sempre cercato di rivoluzionare non solo l’approccio nei confronti delle regole e delle norme ecclesiastiche ma anche quello con i fedeli. Un approccio sempre più social, in cui il Pontefice, molto spesso, pubblica di suo pugno frasi ed aforismi sul noto social network Twitter, nel quale spesso chiede ai fedeli di pregare per lui.

Papa socialMa la ‘socialità’ del Santo Padre non si ferma qui: a partire dal mese di gennaio, infatti, ogni mese il Pontefice dedicherà veri e propri videomessaggi ai suoi fedeli, nei quali mostrerà tutta la sua vicinanza alle persone, non solo dal pulpito della Chiesa ma anche da un canale più rivoluzionario.

Eppure, anche se molto spesso su Facebook, Twitter ed altri social network vengono pubblicate frasi e riflessioni, ma anche preghiere su pace e famiglia, attribuite proprio al Santo Padre, in realtà – almeno secondo quanto emerge da Il Sismografo – non è sempre così. Non tutte le riflessioni che appaiono sono davvero di Papa Francesco:  “Da quando è stato eletto Papa, a Francesco nella rete vengono attribuite frasi, preghiere, discorsi e dichiarazioni che si rivelano al primo controllo false. Naturalmente non c’è traccia di questi singolari pensieri nelle sei allocuzioni da lui pronunciate nel corso del recente Sinodo, e neanche in altri testi ufficiali.

Leave a Reply