Papa Francesco telefonata, questa volta a Pietro Maso

Il Pontefice non è certo nuovo alle telefonate ai suoi fedeli (e non solo): molto spesso, infatti, il Santo Padre dedica qualche minuto del suo tempo ad un suo fedele ammalato o disagiato, che chiede la sua attenzione e la sua preghiera.

Ma questa volta Papa Francesco telefonata è andata ad un uomo che 25 anni fa uccise barbaramente i suoi genitori: l’uomo, Pietro Maso, uccise infatti suo padre e sua madre nel 17 aprile del 1991 in provincia di Verona, a Montecchia di Crosara, aiutato da tre complici.

Papa Francesco telefonataIntervistato dal settimanale Chi, l’ex assassino – che ha scontato la sua pena in carcere per 22 anni – ha dichiarato di aver preso la decisione di chiedere perdono al Papa, attraverso una lettera che è stata consegnata al Pontefice dal monsignor Guido Todeschini.

Dopo pochi giorni il Papa mi ha telefonato. Lui e don Guido sono persone sante“, ha raccontato Maso, che ha ricevuto dopo qualche giorno la telefonata di Papa Francesco, esordendo con una semplice presentazione: ‘Sono Francesco, Papa Francesco’.

Dopo esser uscito dal carcere ed aver anche trovato un lavoro, Maso ha dichiarato che dedicherà la sua vita agli altri, a fare del bene, nella speranza di potersi in qualche modo riscattare dal male che ha commesso.

Leave a Reply