Papa Bergoglio ed il no al clericalismo dei laici

Il no al clericalismo dei laici da parte dei Santo Padre, Il Pontefice Bergoglio, tuona fortemente in una lettera inviata al cardinale Marc Ouellet, attualmente presidente della Pontificia Commissione dell’America latina: secondo Papa Francesco, infatti, cedere al clericalismo significa vivere in maniera sbagliata “l’ecclesiologia proposta dal Vaticano II”, ovvero farlo con deformazione, una delle più importanti che l’America latina debba attualmente affrontare.

no al clericalismo dei laiciDopo l’incontro del 4 marzo che si è tenuto con i partecipanti alla plenaria dell’organismo (il tema era “L’indispensabile impegno dei laici nella vita pubblica”), il Papa ha dedicato quindi un testo, nel quale ha deciso di dare importanza sì all’azione del popolo – considerato come Santo fedele di Dio – ma anche alle azioni pubbliche dei laici nei paesi latinoamericani.

Il Pontefice ha così scritto che non è possibile né adeguato fornire delle direttive generali sull’organizzazione delle decisioni e dei movimenti del Popolo di Dio all’interno della sua vita pubblica, ed è oltretutto del tutto sbagliato, nonché illogico “pensare che noi come pastori dovremmo avere il monopolio delle soluzioni per le molteplici sfide che la vita contemporanea ci presenta”.  La speranza del Papa e del suo no al clericalismo dei laici è quella che presto si possa imparare a stare dalla parte delle persone, senza pensare in alcun modo di monopolizzare azioni e pensieri ma rispettando sempre le sue necessità.

Leave a Reply