Messa del mattino a Casa Marta: si parla di umiltà

In occasione della Messa del mattino che si è tenuta lunedì, a Casa Santa Marta, Papa Francesco ha esortato i fedeli a mantenere una condizione considerata speciale per Gesù Cristo: l’umiltà.

Messa del mattinoEssere umili significa, per il Pontefice, non solo essere consapevoli dei propri peccati, ma anche accettare questi peccati e lasciarsi andare nelle braccia misericordiose di Dio che ammonisce ma allo stesso tempo perdona. Il Santo Padre ha poi dichiarato che anche se i rimproveri e le umiliazioni passano, “le ferite di una corruzione difficilmente guariscono”, e ricordando la storia di Re Davide, ha poi esortato i fedeli ad essere sempre pronti ad accettare con fiducia e con umiltà le ammonizioni di Dio, il quale accoglie e perdona.

Essere umili è, ancora, un modo per  arrivare alla strada della santità, e per essere umili bisogna accettare l’umiliazione del riconoscimento dei propri peccati: “L’umiltà soltanto può arrivare a un cuore tramite le umiliazioni. Non c’è umiltà senza umiliazioni, e se tu non sei capace di portare alcune umiliazioni nella tua vita, non sei umile”, ha ancora sottolineato Papa Francesco nella Messa del mattino di lunedì scorso, chiedendo la grazia di essere umili e di comprendere, per questo motivo, la necessità delle umiliazioni.

Leave a Reply