Dipendente Vaticano morta, era incinta

Dipendente Vaticano morta: il cadavere di Miriam Wuolou, 34 anni – donna di origini eritree che lavorava presso la residenza di Casa Santa Marta – è stato ritrovato venerdì scorso, dopo che il fratello della donna, allarmato perché non rispondeva al telefono, ha avvisato le forze dell’ordine.

Dipendente Vaticano mortaMiriam, italiana ma di origini eritree, lavorava presso la residenza di Papa Francesco: era dipendente, quindi, del Vaticano, in qualità di receptionist dell’edificio dove, tra l’altro, abitano anche alcuni tra cardinali e vescovi. La donna era incinta: Miriam era infatti al settimo mese di gravidanza, ed è stata trovata senza vita nella sua abitazione alla Pisana.

Non è ancora chiaro come sia morta: al momento, i carabinieri hanno messo a punto le prime indagini per capire cosa sia accaduto alla donna, ed in questi giorni le prime risposte si potranno avere solo dall’autopsia che è stata ordinata dagli inquirenti. Secondo le primissime informazioni, si sa solo che Miriam è morta qualche giorno prima del ritrovamento del cadavere (che era in stato di forte decomposizione) e che Papa Francesco sia rimasto molto scosso da questa notizia: il Pontefice, infatti, conosceva personalmente la 34enne.

Solo l’autopsia potrà chiarire i fatti anche se dalle prime rilevazioni non sono stati individuati segni di violenza.

Leave a Reply